Last Call for Session IFRAO 2018: deadline 22 February

Dear friends and colleague,

This is the last call for the presentation of the session proposal for the 20th International Rock Art Congress IFRAO 2018.

The deadline is now 22nd of February.

The organizers invite session proposals, each led by at least 2 people from two different organizations. The chairpersons of each of the sessions will be asked to promote, invite speakers, coordinate the presentation of papers and edit the session proceedings.

With best wishes and thanks
Angelo Eugenio Fossati (General Secretary), Mila Simoes de Abreu, Andrea Arcà (Secretariat and coordinators of the Scientific Committee)
20th International Rock Art Congress IFRAO 2018,
29 August – 2 September 2018
Darfo-Boario Terme (BS), Valcamonica (Italy)

Third Call for Session IFRAO 2018

Dear friends and colleague,

We would like to remember you that the date of the deadline for the Call for Session is the 15th of February, if you would like to submit a session proposal you still have time to submit it.

The organizers invite session proposals, each led by at least 2 and a maximum of 4 people from at least two organizations. The accepted sessions will be chaired by at least two people attending the congress. The chairpersons of each of the sessions will be asked to promote, invite speakers, coordinate the presentation of papers and edit the session proceedings.

With best wishes and thanks

Angelo Eugenio Fossati
General Secretary
20th International Rock Art Congress IFRAO 2018, 29 August – 2 September 2018
Darfo-Boario Terme (BS), Valcamonica (Italy)

Second Call for Session IFRAO 2018

Dear friends and colleague,

We would like to inform you that the date of the deadline for the Call for Session has been postponed to the 15th of February.

The organizers invite session proposals, each led by at least 2 and a maximum of 4 people from at least two organizations. The accepted sessions will be chaired by at least two people attending the congress. The chairpersons of each of the sessions will be asked to promote, invite speakers, coordinate the presentation of papers and edit the session proceedings.

With best wishes and thanks

Angelo Eugenio Fossati
General Secretary
20th International Rock Art Congress IFRAO 2018, 29 August – 2 September 2018
Darfo-Boario Terme (BS), Valcamonica (Italy)

In viaggio col Centro Camuno

Il Centro Camuno di Studi Preistorici propone viaggi di scoperta emozionanti ed esclusivi, per scoprire la Valle Camonica “la Valle dei Segni”, primo sito Unesco in Italia, riconosciuta patrimonio mondiale nel 1979.

Gli itinerari tematici portano ad approfondire alcuni aspetti cruciali dell’evoluzione della cultura della Valle Camonica, come la produzione e la preparazione del cibo e del vino, l’incontro fra l’Impero Romano e civiltà dei Camuni e i rapporti fra il linguaggio artistico locale con i maestri del Tardogotico e del Rinascimento.

Gli itinerari saranno introdotti dall’incontro con un archeologo professionista presso la sede del Centro; tutte le proposte comprendono percorsi che si svolgeranno sempre in presenza di guide autorizzate, in aree e siti che non fanno parte dei normali circuiti turistici, aperti al pubblico solo in occasioni speciali. Esperienze uniche, come la visita alle incisioni rupestri in notturna, oppure la dimostrazione di forgiatura da parte dei maestri fabbri di Bienno, trasformeranno una normale vacanza in una vera e propria esperienza di viaggio.

Week end 1: Il cibo dalla Preistoria all’età moderna (17 e 18 settembre 2016)
L’agricoltura e la produzione del cibo sono un argomento che può essere compreso attraverso le diverse fasi storiche della Valle Camonica. Le incisioni legate a questi temi sono numerose ed è interessante conoscere come le tecniche antiche siano perdurate almeno fino agli anni Cinquanta del secolo scorso. L’itinerario proposto permette, in un solo week-end, di visitare le aree archeologiche in cui si concentra la maggior parte delle scene preistoriche di agricoltura e di ierogamia, di conoscere le tecniche di produzione del cibo e del vino in un museo etnografico della vita contadina e anche di gustare un pranzo preistorico all’interno della Riserva naturale delle incisioni rupestri. I percorsi a piedi nelle aree archeologiche sono in parte su tratti sterrati o in acciottolato, a tratti in lieve pendenza, e quindi è necessario indossare scarpe e abbigliamento adeguati. per dettagli e prenotazioni clicca qui

 

Week end 2: Preistoria, Romanità e Medioevo in Valle Camonica (1 e 2 ottobre 2016)
I Camunni sono annoverati nell’elenco dei popoli alpini assoggettati da Augusto e Cividate Camuno, la Civitas Cammunorum, è il centro principale dell’incontro tra la civiltà camuna e la romanità. Il sito vanta la presenza di un foro, di un teatro e di un anfiteatro. Il Santuario di Minerva, collocato su una precedente area di culto preistorica, accanto a una chiesa dedicata alla Madonna, sottolinea la continuità storica che caratterizza molti siti della Valcamonica. L’itinerario si presta per approfondire il periodo storico che va dalla fine dell’età del Ferro fino alla cristianizzazione della Valle, in particolare i rapporti che intercorsero fra Camuni e Romani. per dettagli e prenotazioni clicca qui

 

Week end 3: Valcamonica fra Medioevo e Rinascimento: Giovan Pietro Da Cemmo, Girolamo Romanino, Callisto Piazza e il Castello di Gorzone (12-13 novembre 2016)
Girolamo Romanino è uno dei pittori più originali del Rinascimento italiano, che ha saputo rappresentare con un linguaggio espressivo vibrante e del tutto personale la fede e la realtà del suo tempo. Giovan Pietro Da Cemmo mostra ascendenze gotiche e lombardo-venete, con tratti raffinati e puliti che rivelano complesse simbologie religiose, accanto alla devozione popolare. I cicli affrescati raccontano le Storie di Maria e della Vita di Cristo, affiancati dai santi taumaturghi e cavalieri. La ricchezza di dettagli e decorazioni degli abiti raffigurati è uno dei documenti più completi della storia del costume rinascimentale. Un percorso d’arte attraverso il tempo, con gioielli pittorici ricchi di significati che vanno oltre la mera rappresentazione, si riscontrano nel ciclo rinascimentale di Callisto Piazza in Santa Maria del Restello. Visita al Castello di Gorzone per comprendere il ruolo svolto dalla famiglia dei Conti Federici nella produzione artistica camuna. per dettagli e prenotazioni clicca qui

 

 

Per informazioni e prenotazioni
D.M.O. Valle Camonica, la Valle dei Segni by Roncalli Viaggi
Tel 0364 1941551 – email: dmc.valledeisegni@roncalliviaggi.it
www.bookingvallecamonica.com

Intensive course in Recording rock-art

In the splendid setting of Valcamonica, the Valley of Landmarks – on the UNESCO World Heritage List since 1979 – the State University of Milan (through its branch known as the University of the Mountains, a centre of excellence for study, research and training in mountain themes) and the Centro Camuno di Studi Preistorici (Camunian Centre for Prehistoric Studies), at the forefront in the documentation and analysis of rock-art for 50 years, are organising the first interdisciplinary advanced course in the recording of rock-art.
The lectures will involve the leading experts in the sector, both nationally and internationally, some participating by streaming links from major research institutes.

Maximum number of participants: 30
Cost of course: € 680, plus 16€ for administrative procedure(Accommodation in structures with agreed room rates)
Dates of course: 22 August – 3 September 2016
Introductive lesson in streaming: 29 July 2016

To download the program of the course click here

For further information click here

Registration: the registration must be sent by the 30 June 2016 following the english link http://www.unimontagna.it/en/percorsi-didattici/rilevamento-dellarte-rupestre/

Location and secretary:
GeSDiMont
via Morino 8 – Edolo (BS) – Italy
Tel/Fax. +39 0364 71324
Web: www.unimont.unimi.it
Mail: corso.edolo@unimi.it

Fieldschool location:
Centro Camuno di Studi Preistorici
via Marconi 7 – Capo di Ponte (BS) – Italy

locandina a4_inglese

Corso di perfezionamento in Rilevamento dell’Arte Rupestre

Nella splendida cornice della Valle dei Segni – patrimonio UNESCO dal 1979 – l’Università degli Studi di Milano con la sua sede distaccata denominata Università della montagna centro di eccellenza per lo studio, la ricerca e la formazione sulle tematiche montane e il Centro Camuno di Studi Preistorici, da 50 anni all’avanguardia nelle tecniche di documentazione e analisi dell’arte rupestre, organizzano il primo corso multidisciplinare di perfezionamento in
rilevamento dell’Arte Rupestre.

L’arte rupestre è strettamente legata al territorio in cui si cala, tanto da poter essere considerata la prima forma di land-art. Il territorio montano o vallivo in cui è inserita la maggior parte dell’arte rupestre (come ad esempio in Valcamonica) diventa soggetto di valorizzazione nel suo insieme, promuovendo così anche attività di mantenimento del territorio e recupero di aree boschive dismesse o abbandonate per creare percorsi di accesso al patrimonio archeologico. La presenza di arte rupestre può diventare il volano per la valorizzazione, la conservazione e la promozione del territorio e del turismo.

Le lezioni frontali vedranno partecipare i massimi esperti nazionali e internazionali del settore, anche grazie alle lezioni in streaming in diretta dai maggiori istituti di ricerca.

Per dettagli e ulteriori informazioni:clicca qui

Per scaricare il programma completo del corso clicca qui

per maggiori informazioni sul bando clicca qui

Numero massimo posti disponibili: 30
Quota di partecipazione: 680 euro più € 16 per pratiche amministrative (Possibilità di vitto e alloggio in strutture convenzionate)
Periodo di svolgimento: dal 22 agosto al 3 settembre 2016
Lezione introduttiva in streaming: 29 luglio 2016

Iscrizioni: Le domande di ammissione devono essere presentate entro il 30 giugno 2016 seguendo la procedura esplicitata alla pagina http://www.unimontagna.it/percorsi-didattici/rilevamento-dellarte-rupestre/

Destinatari:

Classi di laurea ex DM 16 marzo 2007: L-01 Classe delle Lauree in Beni Culturali, L-06 Classe delle Lauree in Geografia, L-21 Classe delle Lauree in Scienze della Pianificazione Territoriale, Urbanistica, Paesaggistica e Ambientale, L-10 Classe delle Lauree in Lettere, L-32 Classe delle Lauree in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente e la Natura, L-34 Classe delle Lauree in Scienze Geologiche, L-42 Classe delle Lauree in Storia, L-43 Classe delle Lauree in Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali.
Classi di laurea ex DM 16 marzo 2007 – Determinazione delle classi di laurea magistrale: LM-1 Antropologia culturale ed etnologia, LM-2 Archeologia, LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali, LM-11 Conservazione e restauro dei beni culturali, LM-15 Filologia, letterature e storia dell’antichità, LM-74 Scienze e tecnologie geologiche, LM-75, Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio, LM-76 Scienze economiche per l’ambiente e la cultura, LM-80 Scienze geografiche, LM-84 Scienze storiche.
Potranno essere ammessi anche laureati e laureati magistrali in altre discipline previa valutazione dei competenti organi del corso.

Informazioni
Segreteria organizzativa e sede:
Gesdimont
via Morino n. 8 – Edolo (BS)
Tel/Fax. 0364/71324
Mail: corso.edolo@unimi.it
Coordinatrice del corso: Anna Giorgi

Sede attività sul campo:
Centro Camuno di Studi Preistorici
via Marconi 7 – Capo di Ponte (BS)

locandina a4_italiano

BCSP 40, periodico internazionale di arte preistorica e tribale

Le Edizioni del Centro sono la divisione editoriale del CCSP e offrono spazi di editoria e diffusione delle informazioni a studiosi e ricercatori in Italia e all’estero.

Il BCSP, periodico internazionale di arte preistorica e tribale, testimonia quarant’anni di progresso nella ricerca, pubblica articoli, rapporti di ricerca e resoconti di recenti scoperte da tutto il mondo. La testata è oggi diretta da Lucia Bellaspiga nota giornalista e archeologa. (Rivista registrata presso il Tribunale di Brescia il 2 gennaio 1968 n. 7/1968 – ISSN 1594 – 7084).

In una veste rinnovata ma fedele alle sue tradizioni, il BCSP propone contributi originali in forma di saggi e news brevi. Nel 1982, l’UNESCO ha riconosciuto questo periodico come la rivista ufficiale su “Lo Stato della Ricerca sull’Arte Rupestre”. Gli indici analitici per località geografica, autore, temi e contenuti dei volumi 15 e 30 rendono il BCSP una piccola enciclopedia che ogni anno si accresce di un volume. I numeri dall’1 al 38 sono disponibili gratuitamente online.

Abbiamo il piacere di proporre l’indice dell’ultimo numero edito BCSP e uno degli articoli presenti al suo interno Angelo E. Fossati, Capo di Ponte, Corno di Seradina, roccia 12. Una breve storia delle ricerche e un’intervista.

INDICE BCSP40

Tiziana Cittadini, Il Centro Camuno di Studi Preistorici verso il futuro Programma delle attività per l’anno 2016
Robert G. Bednarik, Horse and bull petroglyphs of Europe
Livio Dobrez, Making Sense of Pictures
Mila Simões de Abreu, The Abbot of Baçal and rock-art studies in Portugal
Jarl Nordbladh, Carl Georg Brunius and a possible / non possible relation between Scandinavian rock art and hieroglyphs
Ralph J. Hartley & Sharon L. Kennedy, Competition Expressed: Marking Places within Rural and Urban Landscapes
Angelo E. Fossati, Capo di Ponte, Corno di Seradina, roccia 12. Una breve storia delle ricerche e un’intervista

Notizie d’archivio
Silvana Gavaldo, Cristina Gastaldi & Paolo Medici, Recording Rock-Art Fieldwork 2015. Corso di rilevamento e analisi sull’arte rupestre della Valcamonica, località Foppe di Nadro. Relazione preliminare
Angelo E. Fossati, Relazione preliminare dell’attività di ricerca estiva 2015 nell’area di Paspardo Valcamonica Rock Art Archaeology Field school & Fieldwork 2015
Federico Mailland, Su di un masso inciso in località Scopello, Valsesia (VC)
Fabio Copiatti, Colle Brianza – loc. Campione. Roccia con coppelle
Luca Pisoni, Etnoarcheologia e arte rupestre: il caso delle iscrizioni della Valle dei Laghi (TN)

Recensioni

Il tuo sostegno al Centro Camuno di Studi Preistorici

Cari Soci, Amici e Sostenitori,

Il rinnovamento del Centro Camuno attualmente in atto è in continuità con la lunga stagione di ricerca inaugurata nel 1964 e proseguita fino a oggi, pur fra innegabili difficoltà economiche e gestionali. Il Consiglio Direttivo è impegnato nel rilancio dell’ente, attraverso la sua completa riorganizzazione, basata su un modello di sostenibilità della ricerca.

Anche Soci amici e sostenitori possono contribuire al sostegno delle nostre attività con la presentazione della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche, per i redditi 2015: sarà possibile esercitare l’opzione di versare il 5 per mille a favore del Centro Camuno di Studi Preistorici.

Per destinare il proprio 5 per mille al Centro si dovrà firmare nel riquadro “Sostegno del volontariato e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui art. 10, c.1, lett a), del D.lgs. n. 460 del 1997” e indicare nel  riquadro il codice fiscale del Centro Camuno 81003350170.

Versare il 5 per mille non significa pagare più tasse. Semplicemente una parte delle nostre tasse, che altrimenti confluirebbe nelle casse dello stato, sarà assegnata al Centro Camuno di Studi Preistorici.

Ricordiamo inoltre che è disponibile online il modulo di iscrizione al Centro camuno (o rinnovo della stessa)

Grazie fin d’ora per il vostro sostegno.

ASSEMBLEA DEI SOCI – Capo di Ponte, 19 marzo 2016

Capo di Ponte, 1 marzo 2016

Prot.  2016/31

ASSEMBLEA DEI SOCI

Capo di Ponte (BS),  sabato 19 marzo 2016

 

Ai Soci Onorari ed Effettivi

Agli amici Aderenti

 

 

Ai sensi dell’art. 8 dello Statuto, l’assemblea ordinaria dei soci è convocata per sabato 19 marzo 2015 nella sede del Centro Camuno di Studi Preistorici, a Capo di Ponte, alle ore 08.30. Qualora, come si prevede, non fosse presente la maggioranza dei Soci, la seconda convocazione è fissata per le ore 15.00 dello stesso giorno, ai sensi del citato articolo 8 dello Statuto.

 

15.00-17.00 – Seduta di lavoro

ORDINE DEL GIORNO

–  Introduzione del Presidente del CD
–  Relazioni di membri del CD sui principali progetti realizzati nel 2015
–  Presentazione ed approvazione bilancio consuntivo 2015
–  Relazione dei Revisori dei Conti
–  Conclusioni

Claudio Gasparotti

(Presidente del Consiglio Direttivo)