italian english
testata
Biblioteca e archivio

Biblioteca

Catalogo | OPAC del Polo regionale lombardo | Regolamento Biblioteca | Catalogo delle tesi di laurea sulla Valcamonica

Presso la sede a Capo di Ponte è aperta la Biblioteca del Centro Camuno, specializzata nel settore dell'arte preistorica e tribale, con oltre 40.000 volumi, inseriti e consultabili in SBN (Servizio Bibliotecario Nazionale). Oltre all'acquisto dei volumi, in oltre 45 anni la biblioteca è cresciuta grazie agli scambi con le biblioteche universitarie, le case editrici specialistiche e alle donazioni dei ricercatori. Ogni anno la biblioteca si arricchisce in media di 500 nuovi volumi.

ORARI di APERTURA
lunedì: 9:00 - 13:00
martedì: 9:00 - 13:00
mercoledì: 9:00 - 13:00
giovedì: 9:00 - 13:00
venerdì: 9:00 - 13:00

Per questioni organizzative, si prega di fissare un appuntamento con almeno una settimana di anticipo telefonando al numero 0364 42091 o inviando una e-mail biblioteca@ccsp.it
Nel periodo estivo e nei giorni festivi la biblioteca è soggetta agli stessi orari di chiusura degli uffici del Centro. Raccomandiamo sempre di prendere appuntamento.

ACCESSO ALLA BIBLIOTECA
L’accesso alla Biblioteca è consentito al personale, ai soci del Centro Camuno e a tutti gli altri utenti su appuntamento.
La biblioteca è a scaffale aperto, il catalogo completo è consultabile online catalogo OPAC regionale.
In biblioteca e in sala lettura si raccomandano il silenzio e il rispetto per gli altri utenti: è vietato fumare, introdurre cani o altri animali domestici, consumare cibi e bevande. È consentito l’uso del computer portatile e il collegamento gratuito alla rete wireless del Centro Camuno. Possono essere consultati 5 volumi alla volta, dopo la consultazione i testi devono essere lasciati sul tavolo, la bibliotecaria provvederà al loro riordino.

PRESTITO
La Biblioteca del Centro Camuno consente solo consultazione in loco, tuttavia, nel rispetto delle vigenti leggi sul copyright, forniamo un servizio di ricerca e invio di fotocopie o copie informatiche.

Costo del servizio
- Soci del Centro: il servizio è gratuito fino a un massimo di 100 pagine all'anno (per accedere a questo servizio il socio deve essere in regola con la quota dell'anno corrente)
- Utente generico: il costo del servizio è di € 5 per ogni volume, cui si aggiunge un contributo di € 0,5 per ogni pagina (pagamento del servizio con Paypal, bonifico o carta di credito)
- Biblioteche: il costo del servizio è di € 5 per ogni volume, cui si aggiunge un contributo di € 0,5 per ogni pagina (pagamento del servizio con Paypal, bonifico o carta di credito o IFLA)

TESI DI LAUREA E RICERCHE ARTICOLATE
Siamo lieti di accogliere studenti o ricercatori impegnati in ricerche specifiche. Il personale del centro e il suo staff di ricercatori offriranno tutto il supporto possibile previo accordo. È gradita lettera di presentazione dell’università o istituto di ricerca. Alla fine del lavoro o dopo la sua pubblicazione è gradita una copia cartacea o informatica.

Catalogo | OPAC del Polo regionale lombardo | Regolamento Biblioteca | Catalogo delle tesi di laurea sulla Valcamonica


Archivi fotografici
Molti milioni di immagini sono raffigurate sulle rocce, nelle caverne, sugli oggetti dei siti archeologici: è il più grande archivio che l'umanità possegga sul proprio passato remoto, costituito negli ultimi 50.000 anni dalle comunità che si sono diffuse sul pianeta raggiungendo tutte le aree abitabili del globo. L'immensità delle scoperte che di anno in anno arricchiscono questo patrimonio, la consapevolezza di ciò che esso possa costituire per la cultura contemporanea e per quella delle future generazioni, hanno suggerito di creare una banca dati mondiale che assicuri l'accessibilità delle informazioni e la loro sopravvivenza. In tale quadro è nato il progetto WARA, Archivio Mondiale dell'Arte Rupestre (World Archives of Rock Art). Il Coordinatore del Progetto, Prof. Emmanuel Anati, ha raccolto in 40 anni un'immensa documentazione sulle manifestazioni creative delle popolazioni preistoriche e tribali: 210.000 fotografie su supporto negativo (in massima parte B/N), 130.000 diapositive a colori, 3000 fotografie digitali in ingresso ogni anno (a partire dal 2003), cui si aggiungono rilievi a contatto, calchi, centinaia di rapporti e di mappe dei siti di arte rupestre di cinque continenti. L'immenso patrimonio fotografico è organizzato in archivi cartacei: le fotografie storiche (negativi in B/N dal 1956 al 1982) sono catalogate in ordine cronologico, suddivise per anno e recano un codice alfanumerico progressivo. I provini seguono una catalogazione geografica, recano l'indicazione della località rupestre e il numero della roccia. Le diapositive a colori sono implementate secondo un ordine cronologico di ingresso. Ogni diapositiva reca indicazione in merito alla località geografica di provenienza e all'autore.
Per arginare i danni dovuti al trascorrere del tempo si è reso necessario procedere alla digitalizzazione completa in alta risoluzione e all'organizzazione di tutto il materiale. L'archivio cartaceo è già considerato la maggiore e più completa risorsa al mondo nel campo dell'arte rupestre: una solida base per la ricerca, la documentazione, la conservazione, gli studi analitici e comparativi ed i programmi didattici e culturali. Oltre a storici, archeologi, antropologi e storici dell'arte, tale documentazione interessa grafici, pubblicitari ed educatori, psicologi, organizzatori di esposizioni e musei, editori, amministrazioni locali ed enti pubblici. La prossima grande sfida è la realizzazione e messa in rete del progetto di informatizzazione degli archivi attraverso la creazione di un database che coordini l'archivio fotografico con le altre informazioni scientifiche prodotte e gestite dal CCSP (georeferenziazioni, catalogo bibliografico, articoli, monografie e ricerche sul campo, ecc.) al fine di: CONSERVARE e salvaguardare l'ingente patrimonio culturale raccoltosi negli archivi; VALORIZZARE e garantire la fruibilità di questo patrimonio.
Il progetto WARA offre una visione globale su 50.000 anni di avventure intellettuali dell'uomo e delle sue espressioni artistiche, una visione inedita. Oltre ad essere un archivio è anche una enciclopedia ragionata sull'arte e la concettualità dell'umanità che offre un immenso servizio alle nostre conoscenze e che potrà avere una funzione ancor più ampia divenendo accessibile a tutti e per tutti i popoli della Terra.